Mal di montagna : dosaggio, prezzo, recensioni e effetti collaterali

Il mal di montagna (AMS o acute mountain sickness) è una condizione causata dal mancato adattamento dell'organismo all'alta quota, ed è dovuta all'abbassamento della pressione atmosferica, la quale determina una ridotta presenza di ossigeno nel corpo generando l'ipossia e un più generale senso di malessere.

Per alcuni soggetti i sintomi della patologia iniziano a comparire al di sopra dei 1500 mt., anche se il mal di montagna è molto più frequente superati i 2500 mt. di altezza. A seconda del singolo individuo è inoltre possibile che si verifichi una differente suscettibilità al mal di montagna con sintomi che vanno da una forma lieve e meno grave ad una forma più incidente e in alcuni casi assai pericolosa se non addirittura fatale.

Per tutelare la propria salute e prevenire il mal di montagna, Cresit è mette a disposizione Diamox, un farmaco da prescrizione indicato nel trattamento del malessere e dell'ipossia causata dalle grandi altitudini. Basterà effettuare una consultazione medica per richiedere Diamox.

Diamox
mercurypharmaProdotto da
Diamox

Diamox, conosciuto anche come acetazolamide, è un trattamento utilizzato per prevenire o curare il mal di montagna e ridurre i rischi associati a tale condizione. Agisce incrementando la produzione di urina e serve a scongiurare problematiche come l’iperventilazione favorendo l’acclimatazione.

Che cos’è il mal di montagna?

Il mal di montagna (AMS o acute mountain sickness) o mal d’altitudine, è una patologia che si verifica a causa di una ridotta concentrazione di ossigeno nell’aria quando si sale ad alta quota. Infatti a grandi altitudini la pressione atmosferica diminuisce sensibilmente e la quantità d’ossigeno diviene insufficiente per l’organismo, dando origine ad una serie di sintomi talvolta lievi e talvolta più gravi.

A seconda dei soggetti, il mal di montagna può iniziare anche intorno ai 1500 mt, anche se i casi più frequenti di mal di montagna compaiono intorno ai 2500 mt, mentre i sintomi più gravi e preoccupanti abitualmente insorgono intorno ai 3500 mt. di altezza.

Le cause del mal di montagna

L'aumento di altitudine comporta un abbassamento di pressione barometrica e dunque un abbassamento di pressione dell'ossigeno nell'aria.

In termini più specifici aumentando l’altezza (pur rimanendo invariata la percentuale di ossigeno rispetto agli altri gas presenti nell’aria), viene ridotto il numero di molecole di ossigeno introdotte nell’organismo con ogni atto respiratorio e viene favorito il rilascio di liquidi negli spazi extracircolatori, specie a livello polmonare e cerebrale, dove può verificarsi un accumulo di tali liquidi.

Mal di montagna: vi sono soggetti maggiormente a rischio?

Chiunque può cadere vittima del mal di montagna. Tuttavia, l’entità del malessere varia a seconda della fisiologia individuale (fattori genetici) e al ritmo di salita con cui si raggiungono le alte quote. Età, sesso, allenamento o precedenti esperienze in quota non hanno incidenza sulla comparsa o meno del mal d’altitudine e sfortunatamente non esiste ancora un metodo scientifico capace di prevedere chi sia più soggetto al mal di montagna.

A seconda dei soggetti, il mal di montagna può iniziare anche intorno ai 2500 mt, ma i sintomi preoccupanti di solito insorgono intorno ai 3500 mt. È comunque importante chiarire che non è tanto l’altitudine ad essere determinante, quanto piuttosto la velocità con cui è stata raggiunta: il mal di montagna si manifesta più frequentemente nei giovani e nelle persone allenate, che scalano le montagne più velocemente. L'adattamento all'altitudine deve invece essere graduale, usando cautela nella salita e pianificando una tabella di marcia graduale

I sintomi del mal di montagna

Con una diminuzione dei livelli di ossigeno circolante avvengono le seguenti modificazioni corporee: aumento della profondità e della frequenza degli atti respiratori (iperventilazione), aumento della produzione dei globuli rossi, aumento della pressione nella rete capillare polmonare

Tali modificazioni danno così origine al mal di montagna i cui sintomi primari comprendono fiacchezza, malessere generico e debolezza, in particolare durante gli sforzi fisici. Sopra i 3000 mt. circa il 75% dei soggetti soffre di una leggera forma di AMS, i cui sintomi generalmente insorgono fra le 12 e le 24 ore dopo aver raggiunto una certa altezza, e iniziano a migliorare intorno al terzo giorno.

I sintomi che portano alla diagnosi di mal di montagna acuto comprendono:

  • Cefalea
  • Insonnia
  • Vertigini
  • Nausea e/o vomito
  • Difficoltà di respirazione
  • Frequenza della minzione
  • Accelerazione del battito cardiaco

Le conseguenze più gravi del mal di montagna

Il mal di montagna è un insieme di patologie, dalle forme più lievi a quelle più gravi.

Una delle conseguenze più gravi del mal d’altitudine è l’edema cerebrale, in cui il cervello si gonfia e smette di funzionare a dovere. Un’altra forma di grave patologia d’alta quota è l’edema polmonare (liquidi nei polmoni). Infine, il mal di montagna può dare origine anche a stati confusionali, psicosi, allucinazioni fino a conseguenze ancora più gravi.

Prevenire il mal di montagna è possibile?

Il metodo più efficace per prevenire il mal di montagna è quello effettuare una salita graduale in alta quota, in modo che l’organismo possa avere il tempo di adattarsi alla nuova condizione atmosferica (acclimatazione). Nonostante una lenta salita in quota, però, non tutti riescono a sopperire al mal di montagna e in tal caso si rivela indispensabile il ricorso a un trattamento farmacologico mirato quale Diamox a base di acetazolamide.

Questo farmaco per la prevenzione e la cura del mal di montagna stimola i reni a secernere bicarbonato di modo che vengano bilanciati gli effetti dell’iperventilazione che si innesca in alta quota nel tentativo di catturare più ossigeno.

Il trattamento contro il mal di montagna online?

Su Cresit è pdisponibile online il farmaco da prescrizione Diamox , indicato nel prevenire o ridurre i sintomi legati al mal di montagna. Per richiedere il trattamento sarà necessario compilare una consultazione medica online al fine di sfatare possibili controindicazioni all’assunzione del farmaco.

Una volta appurate le condizioni di salute del paziente ed in assenza di controindicazioni, un nostro medico qualificato emetterà la prescrizione ed una delle nostre farmacie autorizzate provvederà direttamente alla spedizione del trattamento, il quale sarà consegnato mediante corriere Ups in meno di 24 ore e in tutta Europa.