Tinea Cruris Tigna Inguinale : dosaggio, prezzo, recensioni e effetti collaterali

La Tinea Cruris, nota anche come tigna inguinale, è un'infezione micotica della pelle che si verifica quasi esclusivamente negli individui di sesso maschile. La malattia si manifesta con delle eruzioni cutanee nelle pieghe interne dell'inguine e si estende verso la parte interna delle cosce, causando prurito e disagio.

Provocata da un'eccessiva proliferazione di funghi nella zona dell'inguine, la Tinea Cruris può essere trasmessa da un individuo a un altro con il semplice contatto della pelle o attraverso indumenti infetti. La Tinea Cruris se non trattata può estendersi sino all'ano e perdurare anche per mesi.

Con Cresit è possibile risolvere in breve tempo questa fastidiosa malattia grazie a trattamenti antimicotici specifici per la cura della Tinea Cruris. Avvia subito una consultazione medica gratuita e il farmaco richiesto sarà spedito in sole 24 ore.

Lamisil Crema
novartis lamisil cremaProdotto da
lamisil-crema
Lamisil crema è un trattamento ad uso topico indicato per la cura della Tinea Corporis, della Tinea Cruris e della Tinea Pedis. Sono necessarie solo due applicazioni al giorno per un periodo di due settimane per debellare completamente la malattia e ridurre il rischio di recidive future.
Lamisil Compresse
NovarisProdotto da
lamisil tablet
Lamisil compresse è indicato nella cura della Tinea Corporis, della Tinea Cruris, della Tinea Pedis e della micosi delle unghie di mani e piedi, lì dove il trattamento topico non avesse dato benefici. Il farmaco, infatti, risulta particolarmente efficace contro le infezioni fungine profonde e persistenti.

Tinea Cruris: cos'è e come si manifesta

La tigna all'inguine è una malattia della pelle causata da funghi dermatofiti, ovvero da parassiti che normalmente sono presenti sulla pelle. In condizioni di caldo e umido tali funghi tendono a moltiplicarsi rapidamente dando origine all'infezione.

La malattia esordisce con delle eruzioni cutanee nelle piaghe dell'inguine. Le alterazioni, fortemente pruriginose, sono spesso squamose, di colore rosaceo e a volte sollevate. L'avanzare della malattia può anche comportare la comparsa di bolle e l'estensione dell'infezione alla regione anale.

Immagine 1 - Tinea Cruris   Immagine 2 - Tinea Cruris

Fattori che favoriscono il contagio da Tinea Cruris

Il fungo responsabile della Tinea Cruris prolifera soprattutto in condizioni di calore e umidità. Non a caso, la Tinea Cruris è particolarmente comune tra chi pratica sport e ha una sudorazione eccessiva.

La malattia è dunque favorita dal contatto con superfici e indumenti su cui è presente il sudore, dall'uso di costumi o abiti molto stretti e dalla cattiva abitudine di non asciugare accuratamente il corpo (pratica che lascia la pelle umida e più esposta al rischio di micosi).

Cura della Tinea Cruris

La cura della Tinea Cruris varia a seconda dello stadio della malattia. Infatti, nel caso in cui la tigna all'inguine sia "limitata", è possibile risolvere il problema con l'applicazione di una crema antimicotica ad uso topico. Quando invece l'eruzione è estesa o coinvolge la zona dell'ano, la cura più efficace consiste nell'assunzione di antimicotici orali.